CANDIDATO AL PARLAMENTO

Angelo Catto

Età: 53 anni
Città: Alessandria
Provincia: Alessandria
Professione: AGENTE IMMOBILIARE

Facebook

Twitter

Instagram

Contatto e-mail

Sono nato ad Alessandria cinquantatré anni fa. Durante la giovane età, oltre alla passione per alcuni sport, ho frequentato diversi anni il nostro importante Conservatorio di Musica A. Vivaldi, suonando il pianoforte. Ho sempre avuto vicino mio fratello Massimo, con lui ho molta sintonia. Provengo da famiglie di artigiani, imprenditori e commercianti. Un diploma da geometra, per andare ad aiutare mia nonna Ida nella sua bottega antiquaria: Mobili e oggetti d’altri tempi. Avevo iniziato a frequentare il suo negozio nelle pause delle vacanze estive, dal momento che lei era rimasta vedova e m’innamorai di quel lavoro. Con il tempo, ho aperto il mio negozio in Alessandria, ma il mio lavoro mi portava a girare molto, sia in Italia che all’estero. Una grande passione che, grazie al mio carattere aperto e sentendo con il giusto anticipo l’arrivo della crisi economica, mi ha portato ad una svolta: affittare i locali dove svolgevo la mia attività e diventare agente immobiliare. Dopo ho affrontato anche una separazione, come accade a tanti Italiani. Oggi ho due figli, tre con la bambina della mia compagna. Mai un attimo di tregua in un Paese che non pensa ai suoi cittadini. Il fatto di aver avuto, in passato, un’esperienza nella mia città per portare alla ribalta un luogo dimenticato, una vittoria all’ultimo respiro, m’incoraggia a rispondere e ad agire in questa situazione. Sembra che gli Italiani siano caduti in uno stato di ipnosi. La dignità ci sta paralizzando. Non possiamo stare immobili. Serve qualcuno con poche regole, ma giuste. Quello che non vediamo non possiamo farlo raccontare ad ognuno degli Italiani, ma tutti loro hanno vissuto delusioni, fallimenti, sacrifici e mantengono dedizione al lavoro, all’educare i figli, alla famiglia. Lo stare di questo momento vuole dire prendersi delle grandi responsabilità per tutti: rimedio su rimedio, legge su legge. Un feedback? Retroazione! Oggi stiamo realmente vivendo? Comportamento = l’effetto di un atto, di chi o qualcosa che l’ha provocato su dimensione nazionale o ancora maggiore. Il percorso politico/economico di questo Paese ci sta obbligando/inducendo ad usare e non a possedere, perché abbiamo sempre meno denaro a disposizione. Perciò non siamo più in grado di prenderci delle responsabilità. Questo potere è inchiodato alla vecchia poltrona e non arriva ai giovani. Non possiamo pensare di cambiare le cose continuando a fare le stesse cose. Bisogna uscire da un blocco mentale e da una moltitudine di uffici e florilegio articolato di leggi, decreti ecc. Hanno inchiodato i sistemi di lavoro: è chiarissimo a chi non vuole essere cieco o sordo. Chi non ha voluto quando poteva, non potrà quando vorrà. Italiani: destatevi!

Angelo Catto