Referente Territoriale

Leonida Bianchimano

ETÀ: 42 ANNI
CITTÀ: CASSANO ALLO IONIO
PROVINCIA: COSENZA
PROFESSIONE: AVVOCATO

Facebook

Twitter

Instagram

Contatto e-mail

Mi chiamo Leonida Bianchimano e sono nata a Sibari, piccolo paese in provincia di Cosenza il 17 Agosto del 1975. Sono primogenita di una  bella famiglia impegnata nel settore della piccola ristorazione da anni, la mia passione per gli studi però mi ha condotto su strade diverse, infatti dopo il liceo sono approdata alla facoltà di legge dell’Università di Salerno. Fin da quando avevo 8 anni coltivavo il sogno di poter un giorno indossare la Toga, volevo a tutti costi fare il magistrato. Oggi faccio l’avvocato invece, sto dall’altra parte del tavolo rispetto al giudice,  ma perseguo ugualmente i miei valori di lealtà, giustizia, impegno e senso del dovere, tutte cose che da sempre i miei genitori mi hanno inculcata vivendo in una terra per molti aspetti difficile e con poche prospettive a garanzia. Oggi ho uno studio legale nella terra che  amo oltremodo, la mia Sibari, nella mia Calabria. Ho deciso di fermarmi qui,  in una terra che seppur  affetta ahimè da numerosi mali, so per certo che si annida in essa e in ognuno di noi, quella speranza di  cambiamento  positivo e  proprio infatti quella speranza, muove ogni mio passo quotidiano in quella direzione. Ad essere sincera, non mi sono mai  interessata seriamente alla politica, sono stata per molti anni colta da una profonda sfiducia proprio dal modo in cui da tempo si fa politica, un modo scevro dal perseguimento di qualunque obiettivo diverso che non sia il denaro, il potere, il vilipendio dei diritti dei più bisognosi e il tradimento  dei valori indicati nella nostra Costituzione. Oggi provo però  a ricredermi, il movimento “Italia nel Cuore” è stato  quasi una folgore, fato io lo chiamo per quanto mi riguarda, perché questo movimento porta lo stesso  nome di una piccola associazione a cui  molti anni fa io ed un gruppo di amici avevamo dato vita. All’epoca  però fummo costretti a scioglierla dopo poco perché scelte obbligate ci costringevano  e ci negavano una diversa alternativa. Ma oggi, invece,  mi sembra di avere una seconda opportunità di poter raddrizzare il tiro e poter contribuire attraverso il raggiungimento degli scopi prefissi dal movimento Italia nel Cuore, che sposo in pieno, a quel cambiamento e a quella speranza a cui tutti oggi anelano, proprio per continuare a sperare in un futuro migliore, in un lavoro giusto e commisurato in base al merito e non in base alle conoscenze e alle amicizie, in una sanità competente e non disastrata dagli sperperi di risorse che anziché essere veicolate  per acquistare  macchinari all’avanguardia vengono intascate da gente senza ritegno. Vorrei quel futuro, insomma, che troppe volte questa classe dirigente maldestra e collegata a parere mio  a logge massoniche ci ha sottratto lasciandoci all’angolo e annichiliti e delusi. Se per me il momento di agire è arrivato davvero, non ho dubbi: AVANTI TUTTA  CON “ITALIA NEL CUORE”.

Leonida Bianchimano